Home » News » Sentenze » Corte di Giustizia Europea: chiarimento sul concetto di ‘utente informato’ ai sensi del regolamento disegni e modelli comunitari

Corte di Giustizia Europea: chiarimento sul concetto di ‘utente informato’ ai sensi del regolamento disegni e modelli comunitari

La Corte di giustizia ha chiarito in una recente sentenza il concetto di “utente informato” ai sensi del regolamento disegni e modelli comunitari.
Secondo la Corte, “tale nozione deve essere intesa concettualmente a metà strada tra quella del consumatore medio, applicabile in materia di marchi, che non ha bisogno di alcuna conoscenza specifica e che, di regola, non fa alcun confronto diretto tra i marchi in conflitto, e l’esperto del settore, che è un esperto con competenze tecniche dettagliate. Così, il concetto di utente informato può essere inteso come riferito non a un utente che ha un livello di attenzione medio, ma a uno particolarmente attento, sia per la sua personale esperienza o per la sua profonda conoscenza del settore in questione”.
La Corte precisa inoltre che “è vero che la natura stessa dell’utente informato come sopra definito comporta che, quando possibile, egli farà un confronto diretto tra i design in questione. Tuttavia, non si può escludere che un tale confronto può essere impraticabile o non comune nel settore in questione, in particolare a causa di circostanze specifiche o per le caratteristiche dei dispositivi che i disegni in questione rappresentano”.
Per quanto riguarda il livello di attenzione di questo utente, la Corte sottolinea che “‘la qualificazione informato’ suggerisce che, senza essere un designer o un esperto tecnico, l’utente conosce i vari design che esistono nel settore in questione, possiede un certo grado di conoscenza per quanto riguarda le caratteristiche che di norma tali design hanno e, come risultato del suo interesse per i prodotti in questione, mostra un grado relativamente alto di attenzione quando li usa”.

About Giovanni d'Ammassa

Avvocato con studio in Milano dal 1997, coltiva sin dall'Università lo studio e l’insegnamento del diritto d’autore. Fonda Diritttodautore.it nel 1999. Appassionato chitarrista e runner.