Cassazione Penale: copiare la tesi è reato

Con sentenza n. 34726 la Corte di Cassazione, II sezione penale, ha respinto il ricorso di un professore universitario che è stato riconosciuto colpevole sia in primo che in secondo grado a Trento del reato di cui all’art. 171 l.d.a., per aver pubblicato un libro con alcuni capitoli prelevati da tesi di laurea di due studenti dei quali era stato relatore.
In secondo grado il professore era stato riconosciuto colpevole anche del reato sub art. 1 L. 475/1925 per aver presentato il libro quale titolo per un concorso a posto di professore ordinario presso l’Università di Trento, ottenendo dall’Ateneo circa otto milioni delle vecchie lire quale contributo per le spese di pubblicazione.
La Cassazione ha confermato la condanna alla pena di sette mesi di reclusione e a 300 euro di multa, mentre agli studenti danneggiati è stato assegnato un risarcimento di tremila euro a testa.
Il testo della sentenza sarà disponibile nei prossimi giorni nella nostra Banca dati Sentenze.

Su Giovanni d'Ammassa

Avvocato con studio in Milano dal 1997, coltiva sin dall'Università lo studio e l’insegnamento del diritto d’autore. Fonda Diritttodautore.it nel 1999. Appassionato chitarrista e runner.