Home » News » Sentenzepagina 5

Sentenze

Corte di Giustizia Europea, le conclusioni dell’avvocato generale nella causa Scarlet – Sabam

L’avvocato generale della Corte di Giustizia europea Cruz Villalà³n ha depositato le conclusioni nella causa C-70/10 tra Scarlet Extended (provider internet belga) e la Société belge des auteurs compositeurs et éditeurs (Sabam). Secondo l’avvocato generale mettere filtri per limitare su internet il traffico peer-to-peer, lo scambio (spesso) illegale di file, potrebbe ledere in linea di principio i diritti fondamentali. Villalà³n …

Leggi di più »

Tribunale di Roma: Yahoo responsabile per violazione di diritti d’autore

La Nona Sezione del Tribunale di Roma “inibisce a Yahoo! la prosecuzione e la ripetizione della violazione dei diritti di sfruttamento economico sul film About Elly mediante il collegamento a mezzo dell’omonimo motore di ricerca ai siti riproducenti in tutto o in parte l’opera, diversi dal sito ufficiale del film”. Una sentenza “che non ha precedenti in nessun paese del …

Leggi di più »

Corte di Giustizia europea: conclusioni dell’Avvocato Generale in tema di equo compenso

Il 10 marzo scorso l’Avvocato Generale ha presentato le proprie conclusioni nella causa C462/09 (Stichting de Thuiskopie contro Mijndert van der Lee, Hananja van der Lee, e Opus Supplies Deutschland GmbH), relativa alla domanda di pronuncia pregiudiziale proposta dallo Hoge Raad der Nederlanden in merito all’analisi dell’equo compenso di cui all’art. 5, n. 2, lett. b), della direttiva 2001/29/CE (2). …

Leggi di più »

Cassazione Penale: si configura il reato dell’art. 517 c.p. in riferimento agli oggetti di design

Con sentenza n. 6254 (ud. 2 febbraio 2011 – deposito del 21 febbraio 2011) la Corte ha innovativamente affermato che il reato di vendita di prodotti industriali con segni mendaci è configurabile anche con riferimento a prodotti qualificabili come “oggetti di design”. La Cassazione ha elaborato il seguente principio di diritto, confermando la pronuncia di secondo grado: DELITTI CONTRO L’ECONOMIA …

Leggi di più »

Cassazione: è reato “craccare” le console di videogiochi

La terza sezione penale della Corte di Cassazione con la sentenza n. 8791 del 7 marzo 2011 ha annullato, con rinvio, la sentenza del Tribunale del riesame di Firenze che aveva disposto il dissequestro di programmi creati per “craccare” una console di videogiochi, messi in vendita da un imprenditore fiorentino, i quali permettevano l’uso di giochi non originali. La Corte …

Leggi di più »

Sentenza della Corte di Giustizia Europea sulla tutela del design

La Corte Europea di Giustizia si è pronunciata in favore dell’azienda bresciana Flos che aveva citato in giudizio un’altra azienda, la Semeraro, per aver importato dalla Cina e commercializzato in Italia una lampada che imitava il modello “Arco” ideato dai fratelli Castiglioni negli anni Sessanta. Secondo la Corte, non può essere consentita la moratoria decennale che esclude dalla tutela opere …

Leggi di più »

La Corte di Cassazione stabilisce la natura tributaria del contrassegno Siae e la conseguente giurisdizione del giudice tributario

Con ordinanza n. 1780 depositata il 26 gennaio 2011 le Sezioni Unite Civili della Corte di Cassazione hanno affermato che il contrassegno SIAE ha natura tributaria e questo elemento servirebbe a radicare la giurisdizione delle commissioni tributarie, indipendentemente dal nomen iuris che viene attribuito dal legislatore alla prestazione patrimoniale imposta. Il regolamento preventivo di giurisdizione è stato proposto da SIAE …

Leggi di più »

Sentenza della Corte d’Appello Messina, condanna per la riproduzione abusiva di testi librari

La Corte d’Appello del distretto di Messina ha depositato nel settembre scorso una sentenza in tema di riproduzione abusiva di testi librari per uso non personale e con finalità di lucro che, nel respingere le richieste attenuanti generiche e confermando integralmente il giudizio di primo grado, ha condannato l’imputato quale titolare di un copy center alla pena di un anno …

Leggi di più »

Sentenza della Corte di Giustizia Europea sull’equo compenso per copia privata

Con sentenza pubblicata ieri, nel procedimento C 467/08, avente ad oggetto la domanda di pronuncia pregiudiziale proposta alla Corte ai sensi dell’art. 234 CE, dall’Audiencia Provincial de Barcelona (Spagna) con ordinanza 15 settembre 2008, pervenuta in cancelleria il 31 ottobre 2008, nel procedimento Padawan SL contro Sociedad General de Autores y Editores de Espaà±a (SGAE), la Corte di Giustizia Europea …

Leggi di più »

Tribunale di Milano: la diffusione della musica nello studio di un dentista è soggetta all’equo compenso ex artt. 73 e 73-bis l.d.a.

Il Tribunale di Milano ha condannato il titolare di uno studio dentistico per aver diffuso musica attraverso una radio senza aver corrisposto a SCF i compensi, previsti dalla legge sul diritto d’autore, a favore di artisti e produttori discografici (autonomi e indipendenti rispetto a quanto dovuto a Siae per i diritti d’autore). Con sent. 10901/2010 il Tribunale di Milano ha …

Leggi di più »

Tribunale di Roma: ordinanza cautelare per la rimozione dei testi musicali pubblicati online senza autorizzazione

Con un’ordinanza del Tribunale di Roma del 13 luglio scorso Warner Chappell Italia, appoggiatasi allo studio legale Mondini-Rusconi di Milano, ha ottenuto un provvedimento cautelare contro il portale Leonardo.it, che attraverso siti linkati (Testimania.com e Angolotesti.it) dava libero accesso ai testi di innumerevoli brani musicali. Il portale ha pertanto rimosso il collegamento alle due piattaforme, che tuttavia per il momento …

Leggi di più »

Tribunale di Milano: illecita l’utilizzazione dell’opera musicale quale colonna sonora di una sfilata di moda senza l’autorizzazione dell’avente diritto

Con la sentenza n. 9382 depositata il 19 luglio scorso la Sezione specializzata in materia di proprietà intellettuale e industriale del Tribunale di Milano ha statuito l’illiceità dell’utilizzazione di un’opera musicale nella colonna sonora di una sfilata di moda senza la preventiva autorizzazione del titolare dei diritti d’autore. Il caso affrontato dal Tribunale riguarda la canzone “Until The Day” di …

Leggi di più »

Palermo, condanna per vendita di supporti pirata

Lo scorso mese di giugno il Giudice Monocratico della V Sezione Penale del Tribunale di Palermo ha condannato un venditore ambulante alla pena di un anno di reclusione e 3.000 euro di multa (considerate le circostanze attenuanti equivalenti alla contestata recidiva) per la detenzione e per la vendita di supporti audiovisivi abusivamente duplicati, contenenti film e raccolte di brani musicali. …

Leggi di più »

Cassazione: è reato vendere e pubblicizzare gli splitter

La Corte di Cassazione Penale, in accoglimento del ricorso di Sky Italia, con la sentenza n. 25385 ha annullato la decisione con cui la Corte d’Appello di Trento aveva assolto dal reato punito dagli articoli 110 codice penale e 171-octies legge l.d.a. alcune persone per avere, in concorso con altri, a finì fraudolenti, posto in vendita e promosso tramite apposito …

Leggi di più »

La Cassazione conferma il suo precedente del 2007 in materia di misure di protezione tecnologica dei videogiochi: modificare le console è reato

Sono state depositate a inizio settimana le motivazioni della sentenza della Terza Sezione penale della Corte di Cassazione emessa lo scorso 12 maggio in materia di misure tecnologiche di protezione dei videogiochi su ricorso presentato dal PM presso il Tribunale di Firenze per violazione o erronea applicazione della legge penale. La sentenza aveva annullato con rinvio la decisione assunta a …

Leggi di più »

Cassazione: serve l’autorizzazione per trasmettere il calcio in pay per view al pub

La Cassazione ha confermato la condanna inflitta dalla Corte d’appello di Cagliari a due titolari di circoli privati che, utilizzando decoder e schede D+,a favore di propri clienti e quindi per uso non personale in assenza di un accordo con il distributore, diffondevano partite di calcio altrimenti criptate. “Legittimamente – si legge nella sentenza n.20142 della terza sezione penale della …

Leggi di più »

Cassazione: karaoke, l’uso dei testi delle canzoni va autorizzato

La Corte di Cassazione, con sentenza 11300/2010, ha accolto il ricorso di alcune case editrici musicali contro la Rai annullando la precedente sentenza della Corte d’Appello di Roma. Nel 1997, gli editori avevano contestato all’emittente televisiva di aver trasmesso senza disporre della relativa autorizzazione, i testi di alcuni brani musicali eseguiti durante un programma di karaoke, violando così il diritto …

Leggi di più »

La Cassazione conferma che modificare le console è reato

Nei giorni scorsi la Terza Sezione Penale della Corte di Cassazione si è pronunciata in materia di misure tecnologiche di protezione apposte sui videogiochi, annullando con rinvio la decisione emessa lo scorso gennaio dal Tribunale del Riesame di Firenze, con cui il medesimo Tribunale aveva ritenuto che le attività commerciali correlate alla modifica di console per videogiochi e alla vendita …

Leggi di più »

Corte d’Appello di Caltanisetta: la duplicazione illecita è sempre reato

Il 29 aprile u.s. la Corte d’Appello del distretto di Caltanissetta ha pronunciato una sentenza che ha parzialmente riformato la decisione del giudice di primo grado che in precedenza aveva condannato il responsabile, per fatti avvenuti nel novembre 2005 in Gela. L’imputazione riguardava centinaia di supporti audiovisivi risultati sia abusivamente duplicati, sia sprovvisti del contrassegno della SIAE. In conformità alla …

Leggi di più »

SIAE: la decisione del Tribunale di Roma sul caso Telecom è innovativa e importante

Con una nota diffusa ieri SIAE ha espresso la sua opinione in merito alla decisione del Tribunale di Roma sul caso Telecom, ritenuta innovativa e importante per Internet e il diritto d’autore. Stabilisce infatti che, in caso di conoscenza di attività illecite a danno degli autori, il prestatore dei servizi Internet (ISP) ha l’obbligo di informare senza indugio l’Autorità Giudiziaria …

Leggi di più »