Un calo nello scambio illegale di file’

L’industria musicale ha salutato con “prudente” soddisfazione (il dato deve essere confermato nel tempo), la notizia relativa alla diminuzione del numero di persone che scambiano illecitamente file musicali in Rete.
Il dato è stato fornito da Nielsen NetRatings, società che si occupa di effettuare rilevazioni statistiche sul Web.
Nielsen ha infatti evidenziato che il traffico di utenti sul sito di KaZaa è diminuito del 15% nella settimana compresa tra l’uno e il sei giugno. La stessa diminuzione è stata rilevata in relazione a Morpheus mentre per iMesh il declino è stato del 16%.
Il calo secondo gli analisti dell’azienda sarebbe da ascriversi alla campagna di comunicazione attivata e alla minaccia delle major discografiche di richiesta di ingenti somme quale risarcimento del danno cagionato dagli utenti per lo scambio illegale di brani musicali.
E’ stato comunque sottolineata la presenza di un notevole numero di utenti dediti allo scambio di materiale perfettamente legale che garantiranno la sopravvivenza dei popolari sistemi P2P poc’anzi citati.

La redazione (RB)

Su Giovanni d'Ammassa

Avvocato con studio in Milano dal 1997, coltiva sin dall'Università lo studio e l’insegnamento del diritto d’autore. Fonda Diritttodautore.it nel 1999. Appassionato chitarrista e runner.