Richiesta una rapida soluzione per la battaglia legale sul P2P

Entrambe le controparti coinvolte nella battaglia legale in merito ai sistemi P2P, utilizzati da Kazaa, Morpheus e Grokster, desiderano che al più presto venga presa una decisione dal giudice federale.
Case discografiche, case di produzione cinematografiche, editori musicali, hanno infatti espresso una formale richiesta al giudice federale, affinché si pronunci contro le società che utilizzano sistemi di file ‘ swapping, già in fase istruttoria e, quindi, prima che l’intero iter processuale abbia luogo. Le motivazioni di tale richiesta derivano, a detta degli attori, dalle prove accumulate in sei mesi di intensa attività investigativa, che attesterebbero la conoscenza da parte delle società citate in giudizio della realizzazione di attività in violazione del diritto di autore.
I legali di Morpheus hanno anch’essi chiesto una rapida soluzione della diatriba sollecitando una rapida e favorevole decisione. Sostengono infatti che Morpheus venga utilizzato principalmente in modo legale e che quindi non debba essere chiuso a fronte dell’utilizzo del sistema da parte di alcuni utenti che non agiscono in un ambito legale.

La redazione

Su Giovanni d'Ammassa

Avvocato con studio in Milano dal 1997, coltiva sin dall'Università lo studio e l’insegnamento del diritto d’autore. Fonda Diritttodautore.it nel 1999. Appassionato chitarrista e runner.