Problemi per Napster, ma il management è fiducioso

Alcuni problemi si stanno profilando relativamente al lancio di Napster nel mondo della diffusione di brani musicali a pagamento in Rete.
E’ infatti saltato l’accordo con Hewlett-Packard per l’inserimento di un link automatico al servizio di vendita online di Napster sui computer della casa produttrice.
La stessa HP ha a sorpresa stretto un accordo con la rivale Apple in merito iTunes.
Non facile il momento per Napster che oltre a perdite finanziarie (15 milioni di dollari) sta affrontando una “emorragia” anche nei più alti livelli dirigenziali che stanno lasciando l’azienda.
Sembra anche che l’azienda abbia dato il via a un ridimensionamento dei livelli occupazionali.
Chris Gorog Presidente e CEO si è invece detto ottimista sul futuro dell’azienda anche in considerazione dello sviluppo della commercializzazione di carte prepagate (20.000 punti vendita) e della monetizzazione del marchio attraverso lo sviluppo del merchandising

La redazione (Raimondo Bellantoni)

Su Giovanni d'Ammassa

Avvocato con studio in Milano dal 1997, coltiva sin dall'Università lo studio e l’insegnamento del diritto d’autore. Fonda Diritttodautore.it nel 1999. Appassionato chitarrista e runner.