P2P

RIAA invia lettere di ‘cease and desist’

L’associazione dei discografici statunitensi, sulla scorta della ormai nota sentenza Grockster, ha deciso di inviare delle comunicazioni a sette delle maggiori aziende P2P. Le missive non sono altro che lettere di ‘cease and desist’ con le quali RIAA intima alle aziende di ‘filtrare’ i contenuti illeciti scambiati dai propri utenti, o cessare le attività . Il Wall Street Journal, tra …

Leggi di più »

Condanna penale per un sito P2P salutata con soddisfazione da IFPI

Il sito P2P con base taiwanese Kuro è stato riconosciuto colpevole sotto il profilo penale di violazione di copyright. Una corte del Paese ha condannato Kuro per la predetta violazione stabilendo una pena pecuniaria pari a 90.000 dollari statunitensi e punendo i tre titolari dello stesso con pene detentive sino a tre anni. IFPI ha salutato con soddisfazione la decisione …

Leggi di più »

Associazione antipirateria olandese sviluppa e regala software antipirateria ai genitori

BREIN (Bescherming Rechten Entertainment Industrie Nederland) associazione antipirateria olandese, ha annunciato di essere sul punto di distribuire gratuitamente ai genitori olandesi un ‘software antipirateria’. Il programma consente di individuare all’interno dei computer dei ‘pargoli’ programmi di file sharing e file illegali. Il software non provvede direttamente alla cancellazione dei predetti programmi e file che deve essere realizzata manualmente. L’annuncio ha …

Leggi di più »

Il caso Kazaa suscita la reazione dei discografici canadesi

Canadian Recording Industry Association (associazione che riunisce il 95% dei produttori di musica nazionali) sta facendo appello al governo canadese affinché si impegni a modificare la normativa del Paese in materia di Copyright per allinearla a quella delle altre nazioni. Secondo quanto dichiarato da Graham Henderson, Presidente dell’associazione, l’attuale assetto normativo nazionale rende il Canada un ‘paradiso per i pirati’. …

Leggi di più »

Nuova serie di azioni legali da parte di RIAA

Continua la ‘campagna’ condotta da RIAA contro il file sharing illegale di file attraverso la Rete. Lo scorso mercoledì sono state infatti fatte partire altre 745 azioni legali contro altrettanti soggetti accusati di avere utilizzato la Rete per scambiare file musicali protetti da copyright. Un chiaro segnale per gli utenti che l’associazione non intende porre fine all’attività repressiva e intende …

Leggi di più »

Importante sentenza della Corte Federale Australiana in merito al caso Kazaa

Il Giudice Federale Murray Wilcox ha riconosciuto, sia gli utenti di Kazaa, sia la società titolare del famoso software, colpevoli di violazione di copyright. L’importanza della decisione è notevole se si pensa che, secondo recenti stime quattro ‘file swapper’ su cinque utilizzano il popolare software di Sharman Networks per scambiare i propri file (317 milioni di utenti hanno scaricato il …

Leggi di più »

GEMA contro il file swapping illegale

GEMA, la società di gestione collettiva tedesca, ha inviato una richiesta a 42 Internet Service Provider affinché gli stessi blocchino i siti web preso i quali vengono messi a disposizione brani e film senza la necessaria autorizzazione o licenza. Milioni sono i file illegalmente messi a disposizione degli utenti da siti come eselfilme.com, saugstube.to, goldesel.to, audio-esel.com e power-portal.to. Reinhold Kreile, …

Leggi di più »

Motore di ricerca cinese deve rimuovere link pirata per ottenere la quotazione al NSDAQ

Sina Corporation l’azienda proprietaria di Baidu il più popolare motore di ricerca cinese (del quale Google detiene il 2,6% del capitale) che aveva intenzione di ottenere la quotazione al NASDAQ statunitense dovrà attendere. La presenza sul motore di ricerca di 50.000 link a file illegalmente messi a disposizione in Rete sta risultando un fattore ostativo insormontabile per il Google cinese. …

Leggi di più »