Home » News » P2Ppagina 5

P2P

Via libera a BPI da parte della Alta Corte Britannica per conoscere i nomi dei maggiori uploader

BPI (British Phonographic Industry) ha ottenuto dall’Alta Corte britannica l’autorizzazione a ottenere dai service provider i nominativi di 31 individui accusati di avere messo a disposizione una grande quantità di file attraverso la Rete attraverso sistemi P2P. Secondo quanto previsto dalla proceduta britannica gli ISP hanno 14 giorni di tempo per fornire a BPI i nomi dei sospetti. Questa azione …

Leggi di più »

Anche SESAC si schiera nel caso Grokster MGM

SESAC una delle maggiori società di gestione collettiva, ha inviato alla Corte investita della decisione in merito al caso Grokster-MGM un cosiddetto ‘amicus brief’ nel quale chiede alla Nona Corte Distrettuale d’Appello statunitense di ribaltare un verdetto precedente relativo al caso citato. I magistrati di una Corte di grado inferiore avevano infatti ritenuto Gorkster,famoso sito P2P, non responsabile per lo …

Leggi di più »

Australia: RIAA a caccia dei patrimoni personali dei manager coinvolti nell’affare Kazaa

La battaglia in atto tra RIAA e le aziende ritenute responsabili dalla stessa delle violazioni di copyright perpetrate attraverso il sistema P2P Kazaa si arrichisce di un nuovo elemento. Tony Bannon, infatti, legale del network delle major ha infatti richiesto alla Corte Federale australiana di emettere una ordinanza affinché i predetti manager comunichino ai magistrati la quantità e la qualità …

Leggi di più »

Musicisti dalla parte di Grokster e Kazaa’

Un gruppo di noti musicisti trai quali si possono menzionare Steve Winwood e il rapper Chuck D si è schierato dalla parte dei sistemi P2P come Grokster e Kazaa. Gli artisti sostengono infatti di non ritenere le aziende che producono e commercializzano i programmi di file sharing responsabili per l’uso illecito dei sistemi da parte di alcuni utenti. Il gruppo …

Leggi di più »

Soluzione per un P2P legale in continua espansione

Wurld Media e EMI hanno siglato un accordo con il quale la major fornirà il proprio catalogo alla prima per l’impiego nella piattaforma denominata Peer Impact. Dopo Sony e BMG anche EMI quindi entra a far parte di un progetto che ha come obiettivo la realizzazione di un sistema P2P ‘legale’. Non si tratta di un sistema peer to peer …

Leggi di più »

Il programma di file sharing iMesh cambia natura

Dopo essere stato un celebre programma peer-to-peer che ha consentito lo scambio di opere tutelate dal diritto d’autore senza l’autorizzazione degli aventi diritto, iMesh si prepara a diventare un software per il file sharing legale, attraverso l’utilizzo di filtri prodotti dalla Audible Magic e approvati dalla RIAA (l’Associazione che riunisce le industrie discografiche americane) che permettono di bloccare lo scambio …

Leggi di più »

Accordo major-LokiTorrent.com

MPAA e il sito web LokiTorrent.com hanno raggiunto un accordo a fronte della azione legale intentata dalla associazione che rappresenta la major del settore cinematografico, contro il sito web accusato di facilitare il compito dei file sharer alla ricerca di contenuti da scaricare in modo illecito dalla Rete. Edward Webber che gestiva il sito ha accettato di pagare una sostanziosa …

Leggi di più »

Dichiarazione di parte degli autori nella causa contro Grokster

Associazioni di Artisti statunitensi hanno depositato un cosiddetto ‘amicus brief’ alla Corte Suprema in relazione al caso che vede coinvolte le major del settore dell’entertainment contro Grokster, uno dei più popolari sistemi di file-sharing. Screen Actors Guild (SAG), American Federation of Television and Radio Artists (AFTRA), Writers Guild of America, West (WGA), Directors Guild of America (DGA), e American Federation …

Leggi di più »

Insegnante francese multata per una cifra pari a 10.200 Euro

Un insegnante francese è stata condannata al pagamento di una somma pari a 10.200 Euro per aver scaricato e messo a disposizione brani musicali in Rete attraverso un sistema P2P. L’insegnante, un giovane di 28 anni residente in una cittadina vicina a Parigi, ha fatto registrare attraverso una rete di file sharing un traffico pari a circa 30 gigabyte di …

Leggi di più »

Kazaa costò 600.000 dollari a Sharman Networks

Un giudice australiano ha respinto una richiesta di restrizione all’accesso alla documentazione del caso Kazaa, giudizio promosso dalle industrie discografiche per la presunta violazione delle normative sul diritto d’autore da parte del noto network peer-to-peer, incluso un contratto nel quale veniva specificato l’importo corrisposto da Sharman Networks per l’acquisto di Kazaa. Infatti Altnet, una società presumibilmente collegata con Sharman, teme …

Leggi di più »

717 nuovi accusati di scambio illegale di file dalla RIAA

La RIAA, l’associazione dei produttori discografici statunitensi, ha denunciato 717 persone accusandole di aver distribuito illecitamente brani musicali attraverso reti peer-to-peer. Tra i 717 ricorsi presentati, che fanno salire il numero totale delle persone perseguite dalla RIAA per l’utilizzo illecito di reti di file sharing a circa 8500 individui, 68 sono diretti contro persone non identificate che hanno utilizzato la …

Leggi di più »

La Corte Suprema degli US deciderà il caso MGM v. Grokster

E’ stata fissata il 29 Marzo l’udienza presso la Corte Suprema sul caso MGM v. Grokster. La Corte dovrà esprimersi riguardo alla questione se le società che sviluppano e distribuiscono programmi per l’utilizzo di reti peer-to-peer violino le leggi sul copyright. Il procedimento di fronte alla Corte Suprema, il cui esito è atteso per Luglio, è l’ultimo stadio di un …

Leggi di più »

Rilasciata la beta di un nuovo programma peer-to-peer

Il software in questione si chiama eXeem e promette agli utenti di divenire una pietra miliare nell’ambito dei programmi di file sharing. Caratteristica saliente di questo nuovo software peer-to-peer, del quale è stata appena rilasciata una prima versione di prova, è quella di garantire l’irrintracciabilità agli utenti che lo utilizzano per scambiarsi file, rendendo così più molto più difficile accertare …

Leggi di più »

Presentato in California un disegno di legge contro i software p2p

E’ di questi giorni la presentazione di un disegno di legge volto a mettere fuorilegge i programmi di file sharing nello Stato della California. La proposta, firmata dal Senatore dello Stato della California Kevin Murray, è rivolta contro chi vende, pubblicizza e distribuisce software peer-to-peer. Secondo il testo del disegno di legge sarebbe considerato un crimine vendere un programma di …

Leggi di più »

Primo arresto per file sharing a Hong Kong

Una operazione antipirateria condotta dalle autorità di Hong Kong ha portato all’arresto di un soggetto accusato di avere condiviso file protetti da copyright in Rete. Il sospetto del quale non è stata resa nota l’identità utilizzava per lo scambio dei file il popolare sistema BitTorrent secondo quanto riferito dalla portavoce del Customs and Excise Department, Agnes Law. L’uomo è accusato …

Leggi di più »

MPAA/Bit Torrent è guerra aperta

Loki Torrent uno dei siti più famosi per tutti coloro i quali utilizzano il sistema di condivisione Bit Torrent, che contiene i link relativi ai file relativi a contenuti condivisibili dagli utenti del sistema è oggetto di una azione legale da parte di Motion Picture Association of America che ha diffidato tramite una lettera i siti correlati al sistema Bit …

Leggi di più »

Anche in Francia si fa dura la lotta al P2P illegale

Il 15 dicembre scorso è stato oscurato in Francia il sito torrent.youceff.com, un sito basato sul sistema si file swapping Bittorrent uno dei più popolari sistemi P2P. L’azione è stata condotta dal ALPA (Association de Lutte contre la Piraterie Audiovisuelle), che si occupa di combattere la pirateria relativamente ai prodotti del settore audiovisivo. Tramite il sito era possibile accedere a …

Leggi di più »

Nuova testimonianza nel caso Sharman

Justin Tygar, Professore di Computer Science and Information Management all’Università della California a Berkeley, già teste nel caso Napster, è stato chiamato a rendere la propria testimonianza anche nel caso che vede coinvolti Sharman Networks azienda proprietaria del software Kazaa, da una parte e dall’altra l’industria dell’entertainment. Alla domanda del giudice Wilcox sulle possibili soluzioni affinché non siano violati i …

Leggi di più »

USA: la Corte Suprema sul “caso Grokster”

La Corte Suprema degli Stati Uniti ha deciso che a marzo 2005 darà il via alle audizioni in merito al cosiddetto “caso Grokster”, di fondamentale importanza per lo scontro in atto in materia di proprietà intellettuale: Il caso concerne la possibilità di ritenere o meno colpevoli le aziende che sviluppano e gestiscono reti P2P per l’uso illecito che alcuni utenti …

Leggi di più »

Azienda specializzata in sistemi antipirateria teste al processo contro Sharman

La fase dibattimentale della azione legale intentata dalle aziende del settore discografico australiano nei confronti della azienda che ha realizzato il popolare sistema P2P Kazaa, Sharman Networks, ha avuto inizio lo scorso 29 novembre presso la Corte Federale Australiana di Sydney. Respingendo le obiezioni di Sharman Networks, il giudice ha ammesso quale teste una azienda specializzata nella realizzazione di sistemi …

Leggi di più »