Home » News » P2Ppagina 15

P2P

Napster sceglie il sistema Gracenote

Napster ha annunciato di aver raggiunto un accordo con l’azienda Gracenote per l’utilizzazione del sistema CDDB Music Recognition Service per identificare i file musicali coperti da copyright. Il database di Gracenote contiene attualmente 140.000 variazioni su 250.000 nomi di artisti e circa tre milioni di variazioni su più di nove milioni di combinazioni artista/canzoni. La redazione – Fonte: MI2N

Leggi di più »

Napster chiude ai brani musicali protetti da copyright… forse

Pare che i filtri di Napster non sembrino così efficaci a bloccare lo scambio di brani musicali protetti da copyright, cosicché l’azienda sta cercando un accordo con la californiana Gracenote, che potrebbe “installare” blocchi anti-pirateria più evoluti di quelli usati in questo momento. Intanto la RIAA minaccia che se i filtri non si riveleranno sufficienti a bloccare lo scambio di …

Leggi di più »

IFPI “contrariata” dalla proposta di Napster

Il consigliere generale dell’IFPI, associazione internazionale che raccoglie le case discografiche, ha ieri dichiarato il proprio disappunto per la proposta di Napster. “IFPI è convinta che Napster debba rispettare la decisione della Corte e smettere di offrire file musicali, violando così le regole del copyright. Solo in questo caso si può discutere di licenze e un modello di business legittimo” …

Leggi di più »

Napster offre un miliardo di dollari alle case discografiche

Per chiudere le cause in corso, Napster offe un miliardo di dollari di risarcimento per violazione del copyright. Napster intende pagare 150 milioni di dollari all’anno alle cinque maggiori case discografiche, Sony, Warner, BMG, EMI e Universal, e 50 milioni alle etichette indipendenti. Inoltre l’accesso a Napster sarà subordinato a un abbonamento mensile variabile tra i 5.95 e i 9.95 …

Leggi di più »

Una nuova sentenza contro Napster!

La corte d’appello della Nona sezione degli Stati Uniti ha oggi condannato nuovamente Napster alla chiusura, motivando la propria sentenza col fatto che il provider sapesse che i propri utenti stavano violando, utilizzando il sevizio, le leggi statunitensi contro il copyright. Napster ha già annunciato di voler appellare la sentenza. La sentenza è già disponibile in PDF nel sito dirittodautore.it, …

Leggi di più »

E’ ufficiale, a giugno Napster a pagamento!

Così ha annunciato ieri Thomas Middelhoff, CEO di Bertelsmann, in occasione del Forum Economico Mondiale a Davos. Middelhoff ha aggiunto di essere convinto che molti utenti di Napster saranno felici di pagare per poter scaricare musica. “Secondo le nostre ricerche svolte tra 20.000 utenti Napster, esiste questa volontà “. Middelhoff sostiene inoltre che il modello Napster può essere esteso verso …

Leggi di più »

Napster “banna” un numero imprecisato di utenti

Napster ha impedito a un numero non precisato di utenti di accedere al proprio sistema per impedire lo scambio di files della band Rage Against The Machine. Il tutto senza consultare la band in questione, che attraverso il suo si è subito scusata con gli utenti e ha indicato alcuni siti attraverso i quali superare il blocco di Napster. Già …

Leggi di più »

EMusic e Napster, una nuova guerra’

Pochi giorni fa EMusic aveva annunciato di aver sviluppato un motore che le consente di sapere quali sono gli utenti Napster che scaricano “la propria musica”. Ora Napster replica di aver iniziato a tenere sotto controllo il modo in cui il motore di EMusic interagisce con il sistema di Napster. Gli osservatori però, visto che EMusic non conserva né conserverà …

Leggi di più »

Universal non si accorderà con Napster

La casa discografica non desidera seguire l’esempio di Bertelsmann, il gruppo tedesco che ha stretto la settimana scorsa un’alleanza con il sito di musica digitale, e continuerà la sua battaglia legale per il copyright. Il CEO Thomas Middelhoff considera Napster “i Robin Hood della rete”. Pascal Negre, presidente della Universal Music France, ha spiegato a Le Figaro che la sua …

Leggi di più »

Che Napster chieda scusa ai Metallica!

Questa la richiesta di Hilary Rosen, boss della RIAA, a Napster, come gesto di buona volontà per riabilitarsi, in un certo senso, agli occhi delle case discografiche americane. Come si ricorderà , i Metallica avevano “rintracciato” tutti gli user che scambiavano tramite Napster i loro brani musicali, e avevano ottenuto che quest’ultima li escludesse dal sistema. A causa di ciò, …

Leggi di più »

Napster alla ribalta per l’accordo con Bertelsmann (BMG)

Ha fatto il giro della rete la notizia dell’accordo tra Napster e BMG. Anche le altre case discografiche sono state invitate a partecipare, ma soprattutto Universal Music, che sta attendendo la decisione del giudice di appello nella causa intentata contro Napster, non vuole accordi con l’azienda californiana. Infatti Universal sta sviluppando un proprio sistema di diffusione online a pagamento della …

Leggi di più »

Napster diventa a pagamento

Questo è il succo dell’accordo raggiunto da Bertelsmann, una delle aziende che ha portato Napster in tribunale per violazione al copyright e che controlla BMG, e Napster, che dovrà sviluppare un sistema a sottoscrizione che consentirà ai suoi utenti, dietro il pagamento di un compenso mensile, di accedere al sistema di scambio dei file. Chi vorrà continuare ad usarlo nei …

Leggi di più »

Chuck D., ancora una presa di posizione a favore di Napster

Il popolare fondatore del gruppo Public Enemy scende ancora una volta in campo a favore del file-sharing musicale, esortando la comunità nera a colmare il divario tecnologico e informativo che la separa con la parte più ricca della società americana. Riferendosi alla propria musica ha detto “non è roba mia, la potete avere gratuitamente”. Ricordiamo che i Public Enemy, attraverso …

Leggi di più »

E’ incandescente la battaglia tra Napster e RIAA

Ieri si è svolta a San Fancisco la prima udienza della causa che vede la RIAA, l’associazione americana delle case discografiche, contro Napster. David Boies e gli altri legali dell’azienda californiana puntano a far riconoscere a Napster la stessa impunità che fu riconosciuta dalla Corte Suprema degli Stati Uniti a Sony nel anni ’80, quando il colosso giapponese fu messo …

Leggi di più »

Offspring e Napster, marcia indietro

Avevano annunciato che avrebbero distribuito il loro album gratis su Internet e tramite Napster prima dell’uscita ufficiale nei negozi. Ora, la band punk americana Offspring fa clamorosamente marcia indietro, a causa delle pressioni della loro casa disocografica, la Columbia Records del gruppo Sony. Ora sarà possibile scaricare solo una canzone del nuovo album, due settimane prima della uscita ufficiale nei …

Leggi di più »

Le ultime di Napster

Napster contro tutti, o meglio, tutti contro Napster, a sentire le ultime notizie che provengono dagli Stati Uniti. Mentre è stato richiesto alle università americane di non permettere agli studenti di utilizzare il noto software di “file sharing”, il Massachussets Institute of Technology (MIT), l’Università di Stanford e la Harvard University rispondono che non hanno alcuna intenzione di chiudere ai …

Leggi di più »

Ancora Napster: senatore americano contro il Dipartimento di Giustizia

Il senatore dello stato del’Utah Orrin Hatch, capo della commissione giustizia del senato americano, ha trasmesso un documento alla corte d’appello federale dove afferma che il brief del Dipartimento di Giustizia sul caso non rappresenta l’opinione di tutto il governo americano. Due settimane fa il Dipartimento di Giustizia americano aveva trasmesso alla corte federale un documento ove prendeva posizione in …

Leggi di più »

Napster: udienza fissata al prossimo 2 ottobre

La Corte d’Appello di San Francisco ha fissato per il 2 ottobre la prima udienza per il processo che vede coinvolta Napster, chiamata in causa dalla associazione dei discografici americani RIIA per violazione del diritto d’autore.Poco più di un mese fa, Napster aveva scongiurato la chiusura immediata ordinata dal giudice di primo grado con grande sollievo dei suoi venti milioni …

Leggi di più »

Napster chiude i battenti

Il giudice californiano Patel ha ordinato la chiusura del sito di Napster. La società americana offriva una tecnologia che consentiva ai venti milioni di utenti registrati di cercare e scaricare file MP3 protetti da copyright. E’ in preparazione su dirittodautore.it un articolo che ripercorrerà tutta la vicenda fino ai giorni scorsi. La redazione

Leggi di più »