P2P

Il P2P al servizio della democrazia

Spesso il P2P viene accusato di essere un sistema votato alla violazione dei diritti di determinate categorie di cittadini, ma c’è anche chi lavora attraverso e grazie ai servizi di file-sharing per denunciare i comportamenti illeciti degli uomini di Capitol Hill. Il sito ww.outragedmoderates.org non offre quindi illecitamente film o file musicali, bensì documenti che aiutano gli elettori americani a …

Leggi di più »

RIAA giunge ad un accordo con un servizio di P2P israeliano

Lo scorso martedì la RIAA (Recording Industry Association of America) ha reso noto di aver concluso in via stragiudiziale una causa intentata contro un servizio di peer-to-peer israeliano. I danni sono stati calcolati in 4.1 milioni di dollari. iMesh, questo il nome del servizio israeliano, era stato citato in giudizio lo scorso settembre ‘ uno dei tanti servizi citati dalla …

Leggi di più »

Il P2P non è morto, anzi

Gli utenti di Internet downloadano due volte il numero di file musicali, film, software e giochi rispetto allo scorso anno. E ciò nonostante l’attività legale oltre che di sensibilizzazione portata avanti da tutte le parti più direttamente coinvolte. Una connessione Internet sempre più veloce ed una sempre maggiore e migliore compressione dei file permettono una velocità di download dei file …

Leggi di più »

IFPI accoglie con favore la decisione della Corte Suprema canadese sulle trasmissioni Internet trans-nazionali

LONDRA ‘ La Corte Suprema canadese ha stabilito in data 30 giugno 2004 che le trasmissioni Internet che entrino nel paese provenienti da un paese terzo sono comunque da considerarsi soggette alla legge sul copyright canadese. La sentenza segue un trend internazionale e segna un importante precedente in materia. La decisione ha fatto seguito ad una causa avviata da organizzazioni …

Leggi di più »

“Fahrenheit 9/11” è già nel P2P

Il sito MooreWatch.com, dedicato a contrastare le idee e le ideologie del regista Michael Moore, già autore del controverso “Bowling for Columbine” ed ora attesissimo nelle sale cinematografiche con “Fahrenheit 9/11”, ha in questi giorni reso pubblico un link ad un servizio di file-sharing dove è reperibile proprio questo nuovo film. A mò di disclaimer il sito rende noto che …

Leggi di più »

In Canada nulla è dovuto dagli ISP agli autori per il P2P

Non è la prima volta che le major del disco trovano terreno difficile in Canada. Solo tre mesi fa, il 31 marzo, la Corte federale canadese rigettò la richiesta fattale dall’industria del disco di obbligare gli Internet Service Providers ad identificare gli utenti che facevano uso di canali del peer-to-peer così da permettere all’industria stessa di poterli incriminare. Ora la …

Leggi di più »

L’azione RIAA non conosce soste

Martedì scorso la Recording Industry Association of America ha annunciato di aver intrapreso azioni legali nei confronti di altri 482 individui in differenti stati degli Stati Uniti d’America. Come sempre le azioni sono indirizzate contro altrettanti “John Doe”, che in gergo anglosassone è l’equivalente del nostro “signor Rossi”. Un illustre sconosciuto, insomma. E d’altronde le identità degli utenti accusati dovranno …

Leggi di più »

DCIA chiede la collaborazione di MPAA

Distributed Computing Industry Association (DCIA) una associazione che riunisce sotto la propria egida alcune delle più famose aziende nel campo dei sistemi P2P che detengono al proprietà di siti quali Kazaa o Groksters, ha chiesto a Motion Picture Association of America (MPAA) di collaborare per mettere a punto un sistema volto a consentire agli utenti di scambiare file (in questo …

Leggi di più »

Nuove cause in arrivo contro utenti P2P

Una nuova ondata di azioni legali contro utenti finali dei servizi di file-sharing sono state annunciate la settimana scorsa dalle major discografiche. La IFPI (International Federation of the Phonographic Industry) ha reso noto che provvederà a denunciare 24 singoli cittadini danesi per aver scaricato illegalmente materiale musicale protetto dal diritto d’autore. Presto alla lista si aggiungeranno anche utenti britannici, francesi …

Leggi di più »

Gli utenti peer-to-peer negli USA cercano strade alternative

A fronte di una sempre maggior pressione da parte dei produttori cinematografici e discografici statunitensi nei confronti delle reti peer-to-peer, gli utenti che le utilizzano per scambiarsi film e musica si stanno facendo più prudenti. Secondo un articolo di Jefferson Graham apparso ieri sul sito web quotidiano USA Today, gli abituali frequentatori delle reti di file-sharing statunitensi, spaventati dalla possibilità …

Leggi di più »