Offspring e Napster, marcia indietro

Avevano annunciato che avrebbero distribuito il loro album gratis su Internet e tramite Napster prima dell’uscita ufficiale nei negozi. Ora, la band punk americana Offspring fa clamorosamente marcia indietro, a causa delle pressioni della loro casa disocografica, la Columbia Records del gruppo Sony.
Ora sarà possibile scaricare solo una canzone del nuovo album, due settimane prima della uscita ufficiale nei negozi, prevista per il 14 novembre.
Chi scaricherà il brano dal sito ufficiale della band www.offspring.com lasciando la propria email, potrà partecipare a un concorso che offre come primo premio un milione di dollari.
La band, al pari di Limp Bizkit e del rapper Chuck D., si è schierata a favore di Napster e del file-sharing, come si può leggere sul loro sito: “L’opinione degli Offspring sulla tecnlogia MP3 e sui programmi come Napster è che siano dei mezzi vitali e necessari per promuovere la musica e migliorare le relazioni con i propri fans”.

La redazione – fonte: CNN, Offspring

Su Giovanni d'Ammassa

Avvocato con studio in Milano dal 1997, coltiva sin dall'Università lo studio e l’insegnamento del diritto d’autore. Fonda Diritttodautore.it nel 1999. Appassionato chitarrista e runner.