Napster offre un miliardo di dollari alle case discografiche

Per chiudere le cause in corso, Napster offe un miliardo di dollari di risarcimento per violazione del copyright.
Napster intende pagare 150 milioni di dollari all’anno alle cinque maggiori case discografiche, Sony, Warner, BMG, EMI e Universal, e 50 milioni alle etichette indipendenti.
Inoltre l’accesso a Napster sarà subordinato a un abbonamento mensile variabile tra i 5.95 e i 9.95 dollari al mese, secondo una membership a tre livelli. Gli utenti potranno scaricare musica illimitata.
Le prime reazioni da parte delle case discografiche sono state negative.
La redazione – Fonte: CNN

Su Giovanni d'Ammassa

Avvocato con studio in Milano dal 1997, coltiva sin dall'Università lo studio e l’insegnamento del diritto d’autore. Fonda Diritttodautore.it nel 1999. Appassionato chitarrista e runner.