Napster alla ribalta per l’accordo con Bertelsmann (BMG)

Ha fatto il giro della rete la notizia dell’accordo tra Napster e BMG. Anche le altre case discografiche sono state invitate a partecipare, ma soprattutto Universal Music, che sta attendendo la decisione del giudice di appello nella causa intentata contro Napster, non vuole accordi con l’azienda californiana. Infatti Universal sta sviluppando un proprio sistema di diffusione online a pagamento della musica digitalizzata, e vuole la chiusura del sito.
Dalla parte opposta invece BMG sostiene Napster, e in caso di sua chiusura, è pronta a far ripartire il sistema con altri sistemi di protezione del copyright.
Le altre case discografiche si lamentano per l’assoluto silenzio che ha preceduto l’accordo: BMG non si è preoccupata di informare nessuno, neppure quelle aziende con le quali ha intentato una causa contro Napster nei mesi passati. Non è ancora chiaro quali decisioni prenderanno nelle prossime settimane.
E gli utenti’ In molti migrano verso altri sistemi di file-sharing, alternativi, come Gnutella e Imesh, lamentandosi contro Napster, ritenendo che si sia venduto al “nemico”.
La verità sull’accordo secondo Napster:
http://www.napster.com/pressroom/qanda.html
La redazione – Fonte: Cnn, Napster

Su Giovanni d'Ammassa

Avvocato con studio in Milano dal 1997, coltiva sin dall'Università lo studio e l’insegnamento del diritto d’autore. Fonda Diritttodautore.it nel 1999. Appassionato chitarrista e runner.