KaZaa processabile negli Stati Uniti

Un giudice federale ha concesso alle case discografiche e cinematografiche di poter continuare nella propria azione legale nei confronti di KaZaa.
Il giudice distrettuale Stephen V. Wilson ha infatti rifiutato le argomentazioni avanzate da Sharman Networks Ltd.
Quest’ultima aveva sostenuto di non poter essere perseguibile negli Stati Uniti in quanto australiana e localizzata nell’isoletta di Vanatu, nel sud Pacifico.
In un documento di 46 pagine il giudice ha invece affermato che l’azienda risulta processabile negli USA, sia per il fatto di avere rapporti commerciali preminenti con la California, sia per aver contribuito, in modo determinante, alla diffusione della pirateria all’interno degli Stati Uniti.
Sharman sembra decisa a ricorrere contro questa deliberazione.

La redazione (RB)

Su Giovanni d'Ammassa

Avvocato con studio in Milano dal 1997, coltiva sin dall'Università lo studio e l’insegnamento del diritto d’autore. Fonda Diritttodautore.it nel 1999. Appassionato chitarrista e runner.