iMesh si rivolge alle majors

iMesh, una della più grandi società nel settore della distribuzione di file musicali attraverso i sistemi P2P, si è rivolta direttamente alle major sollecitando la loro presenza in Rete.
Elan Oren, CEO di iMesh ha infatti dichiarato che l’industria dell’entertainment deve prendere atto che il file sharing è un fenomeno inarrestabile e che devono arrendersi all’evidenza dei fatti della quale hanno anche loro responsabilità .
Oren ha dichiarato che negli ultimi tre anni è stato fatto un tentativo di ottenere dalle case discografiche, dagli editori, contenuti legali da mettere a disposizione on line, ma che niente è stato fatto da queste ultime. Gli editori dovrebbero invece mettere a disposizione degli utenti anche il repertorio più recente. Inoltre il CEO si auspica una collaborazione volta a convertire gli utenti P2P che scambiano file piratati in utenti che pagano per i contenuti che desiderano, attraverso una migliore politica dei prezzi e una attenta organizzazione.

La redazione (RB)

Su Giovanni d'Ammassa

Avvocato con studio in Milano dal 1997, coltiva sin dall'Università lo studio e l’insegnamento del diritto d’autore. Fonda Diritttodautore.it nel 1999. Appassionato chitarrista e runner.