Home » News » P2P » Giappone: utenti P2P accettano di pagare a titolo di risarcimento una somma a 5 case discografiche

Giappone: utenti P2P accettano di pagare a titolo di risarcimento una somma a 5 case discografiche

Per la prima volta degli utenti di sistemi P2P che avevano utilizzato la Rete per distribuire in modo illegale musica attraverso i programmi di file swapping hanno accettato di pagare una somma di denaro a titolo di risarcimento a cinque case discografiche.
Secondo quanto dichiarato da Recording Industry Association of Japan i soggetti si sono accordati per versare una somma totale pari a 2,4milioni di yen (circa 21.600 dollari), somma stabilita in relazione al numero di brani resi disponibili.
Gli stessi hanno poi sottoscritto un impegno scritto a non perpetrare in futuro simili azioni volte a violare i la normativa in materia di copyright.
I cinque soggetti che hanno optato per l’accordo facevano parte di un gruppo di utenti, accusati di avere illegalmente distribuito file attraverso i sistemi P2P, i cui nominativi erano stati resi noti dai provider su istanza delle case discografiche.

La redazione (Raimondo Bellantoni)

About Giovanni d'Ammassa

Avvocato con studio in Milano dal 1997, coltiva sin dall'Università lo studio e l’insegnamento del diritto d’autore. Fonda Diritttodautore.it nel 1999. Appassionato chitarrista e runner.