Home » News » P2P » Aimster deve rimanere oscurato

Aimster deve rimanere oscurato

Aimster, il servizio on line oggetto di una pesante azione legale da parte delle majors che ne avevano ottenuto la chiusura, dovrà rimanere oscurato sino a quando non possa provare che i propri utenti non siano solo dediti allo scambio di file illegali.
Questa la decisione di una Corte di Appello di Chicago in relazione alla sorte di uno dei siti simbolo del P2P.
Il giudice sostiene che il sito debba essere ritenuto responsabile della attività di scambio di file illegali in quanto questo tipo di attività era preso a esempio e utilizzato nella realizzazione di guide on line all’utilizzo del servizio realizzate per i nuovi utenti (tutorials).
Il giudice Richard Posner non esclude che il sistema possa essere stato utilizzato per lo scambio di materiale perfettamente legale, ma la circostanza precedentemente enunciata sposta, secondo il magistrato, l’onere di provare ciò verso Aimster.

La redazione (RB)

About Giovanni d'Ammassa

Avvocato con studio in Milano dal 1997, coltiva sin dall'Università lo studio e l’insegnamento del diritto d’autore. Fonda Diritttodautore.it nel 1999. Appassionato chitarrista e runner.