Opere dell’arte del disegno a fumetti: raccolta di firme per l’integrazione della legge italiana sul diritto d’autore

Si segnala l’appello proveniente dal mondo del fumetto per la raccolta di firme volta a sollecitare l’integrazione della legge sul diritto d’autore del 22 aprile 1941, n. 633, attraverso la previsione di un’esplicita tutela d’autore delle opere a fumetti.
Tale iniziativa mira a dare nuovo impulso all’attività parlamentare e all’esame del disegno di legge n. 3298 presentato al Senato della Repubblica in data 11 febbraio 2005.
Le modifiche contenute nel disegno di legge S.3298 sono le seguenti:
1) inserimento nell’art. 44 l.a. del seguente periodo “In caso di opere cinematografiche di cartoni animati, si considera coautore l’autore dei disegni”.
L’art. 44 l.a. nella sua attuale formulazione considera coautori dell’opera cinematografica il soggettista, lo sceneggiatore, l’autore delle musiche originali e il direttore artistico (regista), senza menzionare l’autore dei disegni;
2) aggiunta ex novo della Sezione VII-bis – Opere dell’arte del disegno a “fumetti”, art. 64-septies, ai sensi del quale:
“1. Nelle opere dell’arte del disegno cosiddette “a fumetti” la parte letteraria e la parte grafica sono inscindibili ed essenziali nell’azione creativa della narrazione, e pertanto il contributo dell’autore letterario e di quello grafico si considerano equivalenti, anche ai fini dell’utilizzazione economica dell’opera; l’esercizio dei diritti di utilizzazione economica, in percentuale alla vendita o nelle varie forme di sfruttamento, spetta all’autore o ai coautori in parti uguali; solo nella fase produttiva dell’opera stessa, in considerazione della disparità di tempo necessario alle due parti creative per la sua realizzazione, il compenso, a pagina o a percentuale, [ndr. sarà ] ripartito tra le parti in maniera proporzionale; le tavole originali sono di proprietà degli autori.
2. Qualora l’autore letterario ovvero quello grafico abbia contribuito in via esclusiva alla caratterizzazione dei personaggi delle opere di cui al comma 1, i diritti sui personaggi stessi competono a tale singolo autore.
3. Nelle opere “a fumetti” di produzione seriale che necessitano dell’apporto di collaboratori, si considerano autori o coautori titolari della serie, con diritto di supervisione sul prodotto, lo scrittore e il disegnatore ideatori ed iniziatori della serie stessa; i collaboratori delle opere “a fumetti” di produzione seriale sono autori solo della propria produzione e proprietari in percentuale dei diritti per quanto attiene alle ristampe o riedizioni, alle vendite all’estero o a qualsiasi altro sfruttamento della stessa; la libera contrattazione tra le parti stabilisce la percentuale dei diritti spettanti ai collaboratori”.
Si ricorda che la richiesta di una tutela ad hoc per le opere a fumetti è stata accolta anche in sede di redazione della proposta di modifica della legge sul diritto d’autore elaborata nel 2005 dal Comitato consultivo permanente per il diritto d’autore e che riproduce le suesposte integrazioni (v. art. 44, comma 2, e 64-septies, della proposta).
Ulteriori informazioni sull’iniziativa e sulle modalità per aderire alla raccolta di firme sono disponibili sul sito www.afnews.it, alla pagina web: http://www.afnews.info/public/afnews/news002/newsitem1224790030,39303,.htm
Si segnala, infine, l’intervista a Ivo Milazzo sul tema della necessità di una esplicita tutela di diritto d’autore dei fumetti: http://www.loschermo.it/articolo.php?idart=13640

Avv. Raffaella Pellegrino

Su Giovanni d'Ammassa

Avvocato con studio in Milano dal 1997, coltiva sin dall'Università lo studio e l’insegnamento del diritto d’autore. Fonda Diritttodautore.it nel 1999. Appassionato chitarrista e runner.