Online le sentenze di condanna di chi commette reati contro il diritto d’autore

Nel disegno di legge intitolato “Disposizioni per l’accelerazione e la razionalizzazione del processo penale, nonché in materia di prescrizione dei reati, tenuità del fatto, recidiva, confisca e criteri di ragguaglio tra pene detentive e pene pecuniarie” approvato dal Consiglio dei Ministri su proposta del Ministro della giustizia Clemente Mastella nella riunione del 5 aprile scorso, è contenuta una disposizione che prevede la pubblicazione sul sito del Ministero delle sentenze di condanna per i responsabili di violazioni del diritto d’autore, anziché sui quotidiani.
La decisione è stata presa per realizzare risparmi di spesa da parte dell’Erario, che deve anticipare le spese del processo penale, incluse quelle di pubblicazione della sentenza per poi rivalersi sul condannato.
Ecco il testo proposto:
Articolo 25
(Modifiche alla legge 22 aprile 1941, n. 633)
1. All’articolo 171-ter, comma 4, della legge 22 aprile 1941, n. 633 e successive modificazioni, la
lettera b) è sostituita dalla seguente:
«b) la pubblicazione della sentenza con le modalità previste dall’articolo 36 del codice penale;».
http://www.governo.it/governoinforma/documenti_ministeri/giustizia/processo_penale.pdf
http://www.giustizia.it/newsonline/data/multimedia/2031.pdf

Su Giovanni d'Ammassa

Avvocato con studio in Milano dal 1997, coltiva sin dall'Università lo studio e l’insegnamento del diritto d’autore. Fonda Diritttodautore.it nel 1999. Appassionato chitarrista e runner.