Home » News » Nomi a dominio » OMPI: nel 2005 in aumento l’attività di cybersquatting

OMPI: nel 2005 in aumento l’attività di cybersquatting

L’Organizzazione Mondiale della Proprietà Intellettuale (OMPI) informa che gli atti di cybersquatting – la pratica di registrare abusivamente marchi di terzi come nomi di dominio propri – sono incrementati nel corso del 2005. Di conseguenza l’OMPI ha intrapreso diverse azioni nel quadro della propria politica di lotta al citato fenomeno.
Il Centro di Mediazioni ed Arbitrato della OMPI si trova ad affrontare un gran numero di controversie regolate dalla Uniform Domain Name Dispute Resolution Policy – UDRP, uno standard internazionale diretto a risolvere le controversie sui nomi di dominio. La UDRP offre un rimedio facile ed efficace contro i rei di cybersquatter e del quale si sta registrando un aumento di uso da parte di imprese provenienti da tutto il mondo.
Il Centro di Mediazione ed Arbitrato fornisce un elenco delle decisioni adottate secondo la UDPR ed altri servizi elettronici (WIPO ECAF) che consentono alle parti in causa di presentare comunicazioni, facilitando e velocizzando in tal modo il procedimento. La OMPI ha inoltre pubblicato una serie di documenti utili sull’argomento.
http://www.wipo.int/edocs/prdocs/en/2006/wipo_pr_2006_435.html

La redazione