Vietato negli USA il reverse engineering

L’ufficio del Copyright statunitense ha dato attuazione a una porzione del Digital Millennium Copyright Act che rende illegale violare le protezioni tecnologiche poste dall’industria sui materiali protetti da copyright.
La norma è immediatamente efficace e impedirà a università , centri di ricerca, programmatori e sviluppatori di effettuare qualsiasi genere di reverse engineering a scopo di studio, se questo implica violare quelle protezioni.
E’ inoltre considerata reato la distribuzione di qualsiasi strumento software pensato per “craccare” le protezioni anticontraffazione poste dall’industria sui materiali in distribuzione.

La redazione – Fonte: New York Times – U.S. Copyright Office

Su Giovanni d'Ammassa

Avvocato con studio in Milano dal 1997, coltiva sin dall'Università lo studio e l’insegnamento del diritto d’autore. Fonda Diritttodautore.it nel 1999. Appassionato chitarrista e runner.