USA: le associazioni dei produttori di media si oppongono alla “doppia richiesta” di pagamento dei diritti di esecuzione pubblica per il download delle registrazioni musicali digitali

Le associazioni americana Digital Media Association (DiMA), Entertainment Software Association (ESA), Motion Picture Association of America (MPAA), National Association of Recording Merchandisers (NARM), Entertainment Marketing Association (EMA), e Independent Film and Television Alliance (IFTA) hanno depositato lo scorso agosto un “amicus brief” presso la Corte d’Appello USA del Secondo Circuito richiedendo la conferma del fatto che il download digitale di fonogrammi musicali non è “pubblica esecuzione”, e pertanto i distributori non sono obbligati al pagamento dei compensi alla società di gestione collettiva dei diritti d’autore americana ASCAP.
Già nel passato sia le agenzie governative che le corti distrettuali hanno già rigettato le pretese di ASCAP. Ora si attende una decisione definitiva da parte della Corte d’Appello.

Su Giovanni d'Ammassa

Avvocato con studio in Milano dal 1997, coltiva sin dall'Università lo studio e l’insegnamento del diritto d’autore. Fonda Diritttodautore.it nel 1999. Appassionato chitarrista e runner.