USA: lanciata la campagna Digital Freedom affiché gli utenti possano utilizzare le nuove tecnologie

Un gruppo formato da una dozzina di associazioni di consumatori, di artisti e di aziende tecnologiche ha annunciato il lancio della campagna “Digital Freedom”, pensata e realizzata al fine di controbattere alle azioni delle major discongrafiche e cinematografiche “per eliminare le nuove tecnologie digitali”.
La campagna ha per obiettivi le leggi e le azioni legali concepite, secondo i promotori dell’iniziativa, per imporre eccessive restrizioni e compensi sulle tecnologie che permettono agli utenti individuali di disporre di musica, video o altri contenuti legali.
Le organizzazioni che partecipano all’iniziativa sono: CEA, Public Knowledge, Electronic Frontier Foundation (EFF), Media Access Project, Computer and Communications Industry Association (CCIA), Be The Media, New America Foundation, National Video Resources, and FreeNetworks.org
“Le nuove tecnologie sono sotto l’attacco delle major discografiche e degli studios, e questi attacchi vanno direttamente al cuore dei nostri diritti di utilizzare la tecnologia digitale senza irragionevoli limitazioni o la minaccia di costose azioni legali” ha dichiarato il presidente e CEO della Consumer Electronics Association Gary Shapiro. “Crediamo di dover proteggere i diritti dei consumatori, degli artisti, degli innovatori, dei produttori e dei creatori di utilizzare le nuove tecnologie quando, dove e come vogliano”.

Su Giovanni d'Ammassa

Avvocato con studio in Milano dal 1997, coltiva sin dall'Università lo studio e l’insegnamento del diritto d’autore. Fonda Diritttodautore.it nel 1999. Appassionato chitarrista e runner.