USA: il Senato approva un disegno di legge relativo alla antipirateria audiovisiva

Il Senato degli Stati Uniti ha approvato un disegno di legge, il Family Entertainment and Copyright Act, del quale è parte anche l’Artists’ Rights and Theft Prevention Act (contenente la previsione di seguito specificata) che rende un crimine federale l’illecita registrazione di un film in una sala di proiezione, portando la pena massima applicabile a tre anni di reclusione, incrementabile sino a sei in caso di reiterazione del crimine.
Il disegno di legge è il risultato di una intensa attività lobbistica da parte dell’industria dell’entertainment preoccupata dal fenomeno del camcoding ovvero della registrazione effettuata dai pirati a mezzo di videocamere nel corso delle proiezioni presso le sale cinematografiche.
Il progetto di legge che deve ora passare al vaglio della Camera, contiene anche alcune norme che consentono di poter utilizzare software che impediscano la visione di determinate parti dei film soprattutto allo scopo di preservare i minori dalla visione di scene troppo violente o sessualmente esplicite.

La redazione (Raimondo Bellantoni)

Su Giovanni d'Ammassa

Avvocato con studio in Milano dal 1997, coltiva sin dall'Università lo studio e l’insegnamento del diritto d’autore. Fonda Diritttodautore.it nel 1999. Appassionato chitarrista e runner.