USA: i CD protetti devono rendere evidenti le proprie caratteristiche

Prosegue lo scontro tra case discografiche e consumatori in merito all’introduzione di CD protetti da sistemi anticopia.
Un round di questo decisivo incontro si è risolto nei giorni scorsi a favore dei consumatori.
Una utente americana, infatti, aveva acquistato alcuni mesi fa copia di un CD edito da due piccole case discografiche americane, Fahrenheit Entertainment e Music City Records, protetto da sistemi antipirateria, limitanti l’uso solo su determinate apparecchiature.
L’utente aveva quindi intentato causa contro le due case a fronte della mancanza di chiare avvertenze in merito alle suddette caratteristiche del prodotto che ne rendevano impossibile l’uso tramite determinate apparecchiature.
Nel corso del contenzioso si è giunti a un accordo tra le parti, ed è stato stabilito che sulla confezione dei CD in questione devono essere riportate avvertenze chiare ed esplicite che mettano in guardia il consumatore riguardo alle limitazioni d’uso di tali prodotti.

La redazione

Su Giovanni d'Ammassa

Avvocato con studio in Milano dal 1997, coltiva sin dall'Università lo studio e l’insegnamento del diritto d’autore. Fonda Diritttodautore.it nel 1999. Appassionato chitarrista e runner.