USA: approvata una legge sui meta tag

Gli Stati Uniti hanno approvato il “Adam Walsh Child Protection and Safety Act”, che ha l’obiettivo di controllare tutto quello che gli operatori web possono introdurre nei meta tag dei loro siti web.
La legge proibisce l’utilizzo di parole che possano condurre chiunque ad un contenuto di carattere osceno. Concretamente, fa riferimento a tutte quelle etichette e meta tags che vedono molti motori di ricerca ma che non vedono gli utenti dei siti web. La legge è indirizzata a tutti quelli che utilizzano parole che potrebbero attrarre i minori – tali come, nomi di giocattoli famosi – nella classificazione dei siti web che contengono materiale pornografico, così come, qualsiasi altro materiale considerato inappropriato per i minori.
La Legge è stata adottata per le due Camere e aspetta la firma del Presidente degli Stati Uniti per entrare in vigore.
Le varie versioni della proposta di legge sono disponibili all’indirizzo
http://thomas.loc.gov/cgi-bin/query/z’c109:h.r.04472:

Su Giovanni d'Ammassa

Avvocato con studio in Milano dal 1997, coltiva sin dall'Università lo studio e l’insegnamento del diritto d’autore. Fonda Diritttodautore.it nel 1999. Appassionato chitarrista e runner.