Usa: altre condanne per la modifica delle consolle di gioco

Come accaduto nel caso del proprietario della catena di vendita Pandora’s Cube lo scorso settembre, i comproprietari dell’ Acme Game Store, Jason Jones e Jonathan Bryant, nonché il tecnico Pei “Patrick” Cai, sono stati accusati di violazione delle norme contenute nel Digital Millennium Copyright Act.
Tramite il negozio infatti erano commercializzate consolle di gioco Xbox opportunamente modificate per poter essere compatibili con i giochi piratati.
Secondo quanto rilevato dagli investigatori, le piattaforme erano inoltre dotate di hard disk di dimensioni maggiori rispetto allo standard di fabbrica allo scopo di contenere un notevole numero di giochi duplicati dagli originali che gli stessi proprietari del negozio installavano nel dispositivo di memorizzazione.

La redazione (Raimondo Bellantoni)

Su Giovanni d'Ammassa

Avvocato con studio in Milano dal 1997, coltiva sin dall'Università lo studio e l’insegnamento del diritto d’autore. Fonda Diritttodautore.it nel 1999. Appassionato chitarrista e runner.