USA: 25 milioni di dollari di royalty arretrate per gli artisti

Eliot Spitzer State Attorney General statunitense ha annunciato di avere raggiunto un accordo con le maggiori case discografiche per la restituzione di 25 milioni di dollari di royalty non corrisposte agli aventi diritto.
L’accordo si è concretizzato a fronte di due anni di investigazione da parte dell’ufficio di Spitzer che ha rilevato il fatto che molti artisti non ricevevano le royalty spettanti.
Ciò in quanto le case discografiche affermavazno di non essere state in grado di mantenere i contatti con gli stessi (il caso riporta alla memoria quanto sta accadendo nel nostro Paese relativamente ai proventi gestiti da IMAIE).
Il fenomeno non è circoscritto solo agli autori minori con una produzione discografica limitata, ma interessa anche artisti di fama.
Di seguito le aziende coinvolte nell’operazione: SONY Music Entertainment; Sony ATV Music Publishing; Warner Music Group; UMG Recordings; Universal Music; EMI Music Publishing; EMI Music North America; BMG Songs; Careers-BMG Music Publishing; BMG Music e the Harry Fox Agency.
La procedura messa a punto nell’accordo prevede la realizzazione delle seguenti attività :
-Pubblicazione dell’elenco degli aventi diritto sui siti istituzionali delle case discografiche.
-Pubblicazione di annunci sulle maggiori testate di settore contenenti la spiegazione delle procedure per accedere alla corresponsione del dovuto.
-Attivazione di un team di ricerca degli aventi diritto .
-Condivisione delle informazioni relative agli artisti tra le case discografiche.
Eliot Spitzer ha comunque rilevato che sin dall’inizio delle investigazioni le case discografiche hanno dato il via al processo di regolarizzazione delle posizioni. Tale attività ha portato sino a ora alla distribuzione di 25 milioni di dollari in royalty agli aventi diritto. A fronte dell’accordo ci si aspetta che una somma del medesimo importo possa essere distribuita in un futuro prossimo.

La redazione (Raimondo Bellantoni)

Su Giovanni d'Ammassa

Avvocato con studio in Milano dal 1997, coltiva sin dall'Università lo studio e l’insegnamento del diritto d’autore. Fonda Diritttodautore.it nel 1999. Appassionato chitarrista e runner.