Universal contro le collecting societies europee

Universal ha confermato la notizia secondo la quale ha dato il via a una azione legale nei confronti delle collecting societies europee accusate di condotta monopolistica.
In Settembre la stessa casa discografica si era rivolta alla Commissione Europea sottoponendo alla stessa il problema.
Universal accusa le agenzie di avere stabilito dei tassi per il calcolo delle royalty dovute, eccessivi e di avere imposto termini non equi se non irragionevoli.
La casa discografica contesta il fatto che le royalty siano calcolate sul prezzo al pubblico praticato per i supporti fisici, gravato quindi dei costi relativi alla filiera e non sul valore del dowload.
Obiettivo è quindi ridurre notevolmente la percentuale calcolata di royalty.
Nel regno Unito il tasso è attualmente stabilito nella misura dell’8% per i primi due anni di attività dopo i quali è previsto un innalzamento sino al 12%, ma il traguardo cui aspirano le etichette è pari al 4%.

La redazione (Raimondo Bellantoni)

Su Giovanni d'Ammassa

Avvocato con studio in Milano dal 1997, coltiva sin dall'Università lo studio e l’insegnamento del diritto d’autore. Fonda Diritttodautore.it nel 1999. Appassionato chitarrista e runner.