Un giudice federale stabilisce un risarcimento milionario in favore di DIRECTV

Un giudice federale ha stabilito in un milione di dollari la somma di risarcimento da corrispondere a DIRECTV da parte di un individuo colpevole di aver commercializzato un apparecchio per la ricezione illegale del segnale della programmazione della televisione.
Li Sang, questo il nome del colpevole, agiva all’interno di una azienda denominata Smart Card Solutions, già interessata in precedenza da azioni legali.
Sang, insieme ad altri convenuti, è stato riconosciuto colpevole di aver pubblicizzato e venduto attraverso la rete gli apparecchi per l’illegale acquisizione del segnale di DIRECTV, fornendo anche il software per modificare le card di accesso alla TV.

La redazione

Su Giovanni d'Ammassa

Avvocato con studio in Milano dal 1997, coltiva sin dall'Università lo studio e l’insegnamento del diritto d’autore. Fonda Diritttodautore.it nel 1999. Appassionato chitarrista e runner.