UE: la Commissione per la creazione di un mercato unico dei servizi televisivi mobili

Il 18 luglio scorso la Commissione ha reso pubblica la Comunicazione “Rafforzare il mercato interno della televisione mobile”.
Tale Comunicazione sottolinea i principali aspetti della strategia per stimolare l’adozione della televisione mobile negli Stati Membri.
La Commissione spera che la televisione mobile sortisca benefici effetti, in termini di spinta alla crescita economica nell’UE, così come avvenne quando fu introdotta lo standard GSM per la telefonia mobile. Adesso è il momento giusto per mettere in pratica una strategia oculata, al fine di non perdere posizioni nell’agone competitivo. Sino ad ora, l’Europa si è limitata a seguire i paesi leader. Ad esempio, nella Corea del Sud il tasso di penetrazione della televisione mobile è di circa il 10%; in Italia tale tasso è di circa l’1% (miglior risultato in Europa).
I fattori chiave individuati nella strategia da portare avanti riguardano standard da adottare (DVB-H) ed interoperabilità , l’utilizzo di un’appropriata banda di frequenza ed un quadro di regolamentazione favorevole.
Il comunicato stampa

Su Giovanni d'Ammassa

Avvocato con studio in Milano dal 1997, coltiva sin dall'Università lo studio e l’insegnamento del diritto d’autore. Fonda Diritttodautore.it nel 1999. Appassionato chitarrista e runner.