UE e USA insieme contro la violazione della proprietà intellettuale

Il Commissario al commercio dell’Unione Peter Mandelson e il Segretario al commercio statunitense Carlos Gutierrez hanno dichiarato, lo scorso martedì, che l’Unione Europea e gli Stati Uniti hanno raggiunto un’intesa che ha lo scopo di migliorare, con una azione congiunta, l’applicazione delle misure poste a salvaguardia della proprietà intellettuale.
Solo qualche giorno fa la World Trade Organisation aveva annunciato l’estensione del termine per l’adeguamento delle normative nazionali dei Paesi in via di sviluppo in materia di Proprietà Intellettuale di altri sette anni e mezzo, termine in precedenza stabilito per il prossimo primo gennaio. La misura si era resa necessaria per l’impossibilità di molte Nazioni di fare fronte alle richieste di WTO.
L’intesa UE-USA della quale non sono stati resi noti i particolari intende quindi, come dichiarato da Mandelson, inviare comunque a tutti i Paesi più a rischio sotto il profilo della pirateria e della contraffazione, che sia l’Europa, sia gli Stati Uniti, non tollereranno in alcun modo pratiche poste in essere allo scopo di violare la proprietà intellettuale.
Per quanto riguarda i termini dell’accordo il Commissario non ha fornito delucidazioni limitandosi ad affermare che oggetto dell’intesa è un ‘focused and comprehensive enforcement process’

La redazione (Raimondo Bellantoni)

Su Giovanni d'Ammassa

Avvocato con studio in Milano dal 1997, coltiva sin dall'Università lo studio e l’insegnamento del diritto d’autore. Fonda Diritttodautore.it nel 1999. Appassionato chitarrista e runner.