Società di autori: accordo per uno standard comune per gli usi on-line

Firmato un nuovo protocollo di intesa per lo scambio di informazioni sui diritti on line. Si tratta di uno strumento essenziale per migliorare la comunicazione tra le società ed i music store on line multinazionali.
La versione 13 del CCID rende più agevole il sistema di report multimediali e porta grande trasparenza per ciò che riguarda i pagamenti alle singole società e la conseguente rendicontazione ai titolari dei diritti. I benefici di questo nuovo formato includono il miglioramento della qualità dei dati, alzano il livello di efficienza e abbassano i costi di transazione e comunicazione.
Partecipano all’accordo la SIAE come partner di Armonia insieme a SGAE (Spagna) e SACEM (Francia), la GEMA (Germania), la PRS for Music (UK) e le agenzie che rappresentano UMPI, EMI Music e Sony/ATV per i diritti on line.
Secondo Michel Allain, Vice Direttore di SACEM, questo nuovo formato contribuirà alla armonizzazione e standardizzazione dello scambio di dati tra i Music Service Provider e le società di gestione. Le tre società partner in Armonia hanno condiviso l’elaborazione e implementano già questo standard.
Manlio Mallia, Vice Direttore Generale della SIAE, sottolinea che lo sviluppo delle utilizzazioni in rete ha moltiplicato in modo esponenziale la quantità e la complessità dei dati da elaborare per assicurare la tutela internazionale del repertorio musicale. Armonia è il principale veicolo a disposizione di SIAE per dare visibilità e garantire una corretta gestione dei diritti on-line del repertorio italiano in tutta Europa.
Fonte: www.siae.it

Su Giovanni d'Ammassa

Avvocato con studio in Milano dal 1997, coltiva sin dall'Università lo studio e l’insegnamento del diritto d’autore. Fonda Diritttodautore.it nel 1999. Appassionato chitarrista e runner.