Sklyarov può fare ritorno in patria

Improvvisa svolta nella vicenda di Dmitri Sklyarov, il programmatore russo accusato di avere violato le norme del Digital Millennium Copyright Act.
Il Governo Federale ha infatti deciso di lasciar cadere le accuse contro Sklyarov, che era stato il primo soggetto a essere perseguito legalmente dopo l’introduzione del DMCA.
Sklyarov potrà quindi fare ritorno in Russia.
Il risultato è stato raggiunto grazie a un accordo ottenuto dai legali del programmatore, che hanno concordato la libertà in cambio della sua collaborazione nel procedimento contro ElcomSoft, l’azienda presso la quale era impiegato a Mosca.
Sklyarov sarà pertanto obbligato a testimoniare nel corso del processo.

La redazione

Su Giovanni d'Ammassa

Avvocato con studio in Milano dal 1997, coltiva sin dall'Università lo studio e l’insegnamento del diritto d’autore. Fonda Diritttodautore.it nel 1999. Appassionato chitarrista e runner.