Russia: un piano per costituire il Copyright Watchdog

Il governo russo ha in programma di costituire un’agenzia per controllare il rispetto del diritto d’autore. La decisione è parte di una serie di mosse volte a reprimere la pirateria.
Il Ministero dello Sviluppo Economico ha presentato un piano al Governo per l’istituzione di tale agenzia, che avrà poteri molto ampi e riporterà direttamente ai funzionari governativi.
All’inizio di quest’anno la Russia ha emanato severe leggi anti-pirateria, ma l’efficacia di queste ultime deve essere ancora verificata. I titolari dei diritti hanno ripetutamente chiesto al governo russo di fare uno sforzo maggiore in questo settore. Negli ultimi anni, i produttori cinematografici russi hanno citato la pirateria come una delle questioni più urgenti per il settore, che solo il governo può affrontare adeguatamente.
E’ difficile stimare il valore di mercato dei video pirata in Russia: gli esperti dicono che potrebbe valere più di 200 milioni di dollari all’anno.
Il regista Nikita Mikhalkov, che dirige una delle società di gestione collettiva della Russia, sarà incaricato di scegliere il leader della nuova agenzia, la quale controllerà anche società di gestione collettiva della Russia per garantire che tutte le normative siano rispettate. Infatti i titolari dei diritti lamentano che le società di gestione collettiva non siano sufficientemente trasparenti.

Su Giovanni d'Ammassa

Avvocato con studio in Milano dal 1997, coltiva sin dall'Università lo studio e l’insegnamento del diritto d’autore. Fonda Diritttodautore.it nel 1999. Appassionato chitarrista e runner.