Russia: nipote di un compositore intenta causa per l’utilizzo di una porzione di una composizione avita

Vasily Solovyov nipote del compositore russo Vasily Solovyov-Sedoi ha intento causa contro le Ferrovie Russe per aver illecitamente utilizzato un piccolo brano di una composizione del nonno.
Solovyov ha chiesto di ottenere un compenso a fronte dell’impiego di un frammento di quattro secondi tratto dal brano “Vechernyaya Pesnya”e utilizzato dalle ferrovie prima degli annunci in alcune stazioni cittadine.
Secondo il legale dell’erede la violazione è in atto a partire dal 2003 e avviene con frequenze notevoli in considerazione dell’impiego del brano.
La richiesta di risarcimento si aggira attorno ai 5 milioni di rubli che equivalgono pressappoco a 180.000 dollari. La normativa russa in materia prevede che all’avente diritto spetti una somma pari allo 0.1% di quanto incassato dall’utente.
Il compositore era scomparso nel 1979.

La redazione (Raimondo Bellantoni)

Su Giovanni d'Ammassa

Avvocato con studio in Milano dal 1997, coltiva sin dall'Università lo studio e l’insegnamento del diritto d’autore. Fonda Diritttodautore.it nel 1999. Appassionato chitarrista e runner.