RIAA intenta causa contro quattro studenti

Continuando nella sua capillare azione di repressione contro lo scambio di materiale illegale in Internet, Recording Industry Association of America (RIAA) ha intentato causa contro quattro studenti accusati di avere offerto in Rete più di un milione di copie di brani di musica leggera.
La causa è stata promossa presso le Corti federali di New York, New Jersey e Michigan, e l’Associazione di discografici statunitensi ha richiesto l’oscuramento dei siti attraverso il quali gli studenti distribuivano i brani e il pagamento di un massimo di 150.000 dollari a canzone.
Le università presso le quali gli accusati stanno compiendo il ciclo di studi non sono state citate come convenute nell’azione legale.

La redazione (RB)

Su Giovanni d'Ammassa

Avvocato con studio in Milano dal 1997, coltiva sin dall'Università lo studio e l’insegnamento del diritto d’autore. Fonda Diritttodautore.it nel 1999. Appassionato chitarrista e runner.