RIAA: faccia a faccia con i pirati

Sebbene in Rete si stiano affacciando modelli di distribuzione legale dei file musicali che stanno riscuotendo anche un notevole successo come ha dimostrato il negozio virtuale di Apple, il download illegale di brani è ancora una attività predominante.
Allo scopo di risolvere il problema RIAA ha annunciato di avere iniziato a raccogliere delle prove per agire legalmente contro migliaia di utenti che giornalmente scambiano complessivamente enormi quantità di file illegali.
Allo scopo di evitare la suddetta azione legale, RIAA raccomanda di cancellare dai propri computer i programmi che permettono la condivisione di tali file illegalmente ottenuti (tra i più noti Kazaa e Grokster).

La redazione (RB)

Su Giovanni d'Ammassa

Avvocato con studio in Milano dal 1997, coltiva sin dall'Università lo studio e l’insegnamento del diritto d’autore. Fonda Diritttodautore.it nel 1999. Appassionato chitarrista e runner.