Reso pubblico lo studio della Commissione Europea in materia di diritto di autore

Come preannunciato è stato diffuso un rapporto in merito al diritto di autore e ai diritti ad esso correlati.
Il rapporto sottolinea come questi siano fondamentali quale incentivo alla creatività e come siano vitali per stimolare gli investimenti in tutti i settori interessati dalla proprietà intellettuale.
E’ altresì posto l’accento sul fatto che lo sfruttamento del diritto di autore e dei diritti ad esso correlati contribuisce a sviluppare il mercato non solo in termini di PIL, ma anche sotto il profilo di competitività , impiego, innovazione, senza contare l’effetto sullo sviluppo sociale e culturale dei Paesi.
Il rapporto sottolinea come si sia raggiunta una significativa armonizzazione degli assetti normativi dei Paesi europei in materia di ‘copyright’, ma che molti passi debbano essere compiuti in aspetti quali le sanzioni e le azioni giudiziarie relative alle violazioni dei diritti. E’ anche evidenziata la necessità di una modernizzazione dell’assetto normativo in relazione ai nuovi sviluppi della tecnologia e al mutato scenario di riferimento.
La ricerca ha anche rimarcato il peso economico del diritto di autore e dei diritti correlati all’interno del mercato europeo.
L’industria legata al ‘copyright’ ha infatti contribuito all’economia della comunità generando un valore pari a 1200 miliardi di Euro producendo valore aggiunto per 450miliardi di Euro e impiegando 5.2 milioni di persone nel 2000.
Il flusso economico generato è pari al 5,3% del PIL europeo, la contribuzione in termini occupazionali è pari al 3.1% del totale europeo.
Il rapporto sottolinea inoltre la necessità di partecipare attivamente alle negoziazioni relative alla proprietà intellettuale in seno alla World Intellectual Property Organisation (WIPO) allo scopo di assicurare una adeguata protezione internazionale alla proprietà intellettuale.
Per accedere al rapporto:
http://europa.eu.int/comm/internal_market/copyright/index_en.htm

La redazione (Raimondo Bellantoni)

Su Giovanni d'Ammassa

Avvocato con studio in Milano dal 1997, coltiva sin dall'Università lo studio e l’insegnamento del diritto d’autore. Fonda Diritttodautore.it nel 1999. Appassionato chitarrista e runner.