Regno Unito: pubblicato il rapporto nazionale sul rispetto della Proprietà Intellettuale

L’Ufficio brevetti britannico ha pubblicato il proprio rapporto per l’anno 2005 sul rispetto della Proprietà Intellettuale nel Regno Unito. Il lavoro realizzato dal Gruppo nazionale sul crimine in materia di PI (IPCG) istituito nel 2005 per implementare la strategia nazionale e l’introduzione della banca dati di PI TellPat, tra gli altri, si sono dimostrati degli strumenti vincenti nella lotta contro contraffazione e pirateria.
Il rapporto mostra che le attività criminali vengono condotte sia da piccoli criminali, come, per esempio, nella pirateria cinematografica che del software che da vere e proprie industrie responsabili della produzione di massa, come avviene specificamente nel settore farmaceutico ed in quello dell’abbigliamento. Internet viene considerato il maggior veicolo per il commercio. In conseguenza di ciò, le future priorità per attività dovranno prevedere azioni dirette a rafforzare la cooperazione nazionale ed internazionale, a incrementare la consapevolezza pubblica dei problemi che implicano le violazioni alla PI ed a migliorare il quadro legislativo o collaborare nella gestione di Internet per combattere i crimi che interessano la PI.
Il Documento è disponibile nel nostro Centro Documentazione.

Su Giovanni d'Ammassa

Avvocato con studio in Milano dal 1997, coltiva sin dall'Università lo studio e l’insegnamento del diritto d’autore. Fonda Diritttodautore.it nel 1999. Appassionato chitarrista e runner.