Prima condanna penale per utente di BitTorrent

Un cittadino di Hong Kong è stato riconosciuto colpevole per avere illegalmente messo a disposizione film attraverso il sistema P2P BitTorrent.
Il caso è stato sottolineato essere il primo nel quale un’illecita azione quale quella posta in essere da Chan Nai-ming attraverso BotTorrent, ha avuto rilevanza sul piano penale.
Il Customs And Excise Department dell’ex colonia britannica ha dichiarato che il reo il primo caso di tal fatta in ambito internazionale.
Chan Nai-ming un disoccupato di 34 anni è stato per il momento rilasciato su cauzione, mentre la sentenza si attende per il prossimo sette novembre.

La redazione (Raimondo Bellantoni)

Su Giovanni d'Ammassa

Avvocato con studio in Milano dal 1997, coltiva sin dall'Università lo studio e l’insegnamento del diritto d’autore. Fonda Diritttodautore.it nel 1999. Appassionato chitarrista e runner.