Presentate dalla Commissione europea due proposte per collegare il sistema del disegno comunitario con il sistema di registrazione internazionale dei disegni e modelli

La Commissione europea ha presentato due proposte per collegare il sistema del disegno comunitario con il sistema di registrazione internazionale dei disegni e modelli dell’Organizzazione Mondiale della Proprietà Intellettuale (OMPI).
Il sistema del disegno comunitario, amministrato dall’Ufficio per l’Armonizzazione nel Mercato Interno (UAMI), protegge i disegni ed i modelli con effetto unitario per l’intero territorio geografico dell’Unione europea (UE). Il sistema di registrazione internazionale dei disegni e modelli, regolato dell’Atto di Ginevra nell’ambito dell’Accordo dell’Aia, consente agli autori di ottenere protezione in un certo numero di Stati al mondo per mezzo di una singola registrazione internazionale presentata presso l’ufficio internazionale della OMPI.
La prima proposta presentata dalla Commissione si riferisce all’accesso della Comunità europea nell’atto di Ginevra. Ciò consentirà agli autori di ottenere, con una singola domanda, protezione non solo in tutta la Ue per mezzo del disegno comunitario, ma anche nei paesi membri dell’Accordo di Ginevra. La seconda proposta prevede le necessarie modifiche da apportare al Regolamento 6/2002 sul Design comunitario affinché venga data esecuzione al citato accesso.
Leggi il comunicato stampa della Commissione

La redazione

Su Giovanni d'Ammassa

Avvocato con studio in Milano dal 1997, coltiva sin dall'Università lo studio e l’insegnamento del diritto d’autore. Fonda Diritttodautore.it nel 1999. Appassionato chitarrista e runner.