Palladium, la nuova proposta di Microsoft per la sicurezza nell’era digitale

La casa di Redmond ha reso noto nelle sue linee generali il proprio progetto che rivoluzionerà l’architettura dei computer, allo scopo di aumentarne la sicurezza.
Il progetto, denominato Palladium, vedrebbe coinvolti anche i più grandi produttori di componenti hardware, in particolare di processori.
Allo stato sono state definite solo le linee generali della proposta.
Il sistema di Microsoft per aumentare al sicurezza informatica si compone di interventi sia in campo hardware che software.
E’ prevista l’utilizzazione di un chip che funzionando in parallelo con il processore del computer si occuperà della gestione della sicurezza e della tutela delle privacy, unitamente a una nuova versione dedicata di Windows anch’essa concepita per sviluppare un ambiente di lavoro sicuro all’interno del PC.
Il sistema dovrebbe inoltre vigilare sull’utilizzo di materiale piratato e regolare la cosiddetta area del DRM, Digital Rights Management.
Anche se il progetto è ancora in fase di definizione, la notizia ha già scatenato una serie di polemiche. Molti vedono infatti in Palladium un tentativo di Microsoft e dei grandi produttori hardware di creare una oligarchia in grado di dominare il mercato eliminando la concorrenza e il mondo dell’open source.
Al proposito segnaliamo l’articolo di Attivissimo pubblicato su ZeusNews

La redazione

Su Giovanni d'Ammassa

Avvocato con studio in Milano dal 1997, coltiva sin dall'Università lo studio e l’insegnamento del diritto d’autore. Fonda Diritttodautore.it nel 1999. Appassionato chitarrista e runner.