Olanda: i service provider sono obbligati a fornire i dati personali in caso di violazioni al diritto d’autore

I service provider sono obbligati a fornire i dati personali relativi ai soggetti che, al di là di ogni ragionevole dubbio, commettano atti illeciti in rete, in violazione dei diritti di autore.
Il principio è stato affermato nel corso del giudizio cautelare pendente tra l’organizzazione olandese per l’anti-pirateria BREIN e il service provider Chello: il Giudice ha ordinato a quest’ultimo di fornire a BREIN i dati personali di tre persone che caricavano i contenuti di Chello sul sito torrente illegale “Dikedonder”.
Scopo dell’azione di BREIN non è soltanto la mera individuazione dei soggetti che commettano illeciti on-line, ma anche far sì che i provider acquistino una maggior consapevolezza circa la necessità di educare i propri utenti.

Su Giovanni d'Ammassa

Avvocato con studio in Milano dal 1997, coltiva sin dall'Università lo studio e l’insegnamento del diritto d’autore. Fonda Diritttodautore.it nel 1999. Appassionato chitarrista e runner.