Nuovi accordi per fare di MySpace un distributore musicale

Sono in corso trattative tra il notissimo social network MySpace e diverse major discografiche. L’obiettivo è di arrivare, per la fine dell’anno, ad integrare nei servizi di MySpace anche la distribuzione di musica on-line. Analogamente a quanto sta avvenendo per Facebook, anch’esso in trattativa con alcune delle maggiori etichette per lo stesso obiettivo.
A rivelarlo è il Financial Times: il sito MySpace, di proprietà di Rupert Murdoch (circa 110 milioni di utenti dichiarati ad oggi) sta dialogando con Sony BMG, Warner Music, Emi e Universal per poter lanciare, già entro la fine di marzo, il nuovo servizio MySpace Music. Non tutte le trattative stanno procedendo senza discussioni, dato che la Universal è attualmente in causa contro MySpace per violazione del copyright, tuttavia pare che sia un ostacolo poco rilevante per approdare al nuovo servizio.
La novità avrà , sempre secondo le indiscrezioni del Financial Times, carattere gratuito, alimentandosi a mezzo di pubblicità a fronte di un solo ascolto in streaming di brani in catalogo delle etichette in trattativa, con suddivisione a loro favore di parte dei ricavi pubblicitari.

Dott. Andrea Michinelli

Su Giovanni d'Ammassa

Avvocato con studio in Milano dal 1997, coltiva sin dall'Università lo studio e l’insegnamento del diritto d’autore. Fonda Diritttodautore.it nel 1999. Appassionato chitarrista e runner.