Nuova ricerca NPD Group le vendite verso gli adolescenti e i loro genitori calano

NPD Group, una società molto attiva nel monitoraggio del mercato musicale ha condotto una ricerca che ha evidenziato, a fronte di segnali di miglioramento della situazione del settore discografico, una flessione marcata della vendita di prodotti musicali nella fascia di età compresa tra i 13 e i 17 anni, pari al 15% tra il 2002 e il 2003.
Secondo Russ Crupnick, vice presidente di NPD Group, il declino è solo da attribuirsi solo in parte al fenomeno della pirateria. A originare la flessione contribuirebbe infatti in misura notevole la sostituzione della musica con altri beni come i telefoni cellulari e i videogame.
Questo ha portato anche i genitori a focalizzarsi meno sul settore discografico per i regali riducendo l’acquisto di musica anche nella fascia di età tra i 35 e i 44 anni nella quale si avverte anche l’effetto di sostituzione generato dai DVD.

La redazione (Raimondo Bellantoni)

Su Giovanni d'Ammassa

Avvocato con studio in Milano dal 1997, coltiva sin dall'Università lo studio e l’insegnamento del diritto d’autore. Fonda Diritttodautore.it nel 1999. Appassionato chitarrista e runner.