Nuova ricerca di Jupitermedia sul mercato musicale in Europa

JupiterResearch, divisione di Jupitermedia Corporation, azienda specializzata nella realizzazione di ricerche relative all’andamento del mercato musicale, ha portato a termine un’indagine in merito alla attuale situazione del mercato europeo e ai possibili sviluppi dello stesso.
‘European Music Consumer Survey, 2005’ ha evidenziato che i consumatori che scaricano illecitamente musica dalla Rete sono tre volte in numero maggiore rispetto a coloro i quali acquistano i brani dai servizi a pagamento. In termini assoluti rispetto al mercato il 15% degli utenti scarica dalla Rete illegalmente mentre solo i 5% lo fa in modo legale.
La ricerca ha comunque evidenziato che è in aumento il numero degli utenti della Rete che intendono passare ai servizi legali per ottenere musica in Internet: attualmente la media è del 10% con una punta del 31% in Svezia.
Lo scambio attraverso Reti P2p è naturalmente massimo, 34%, presso i consumatori più giovani (15-24 anni) per i quali l’utilizzo del CD sta divenendo sempre più marginale. Per il 40% di loro infatti il CD è considerato un oggetto di scarso valore e il 43% preferisce copiare CD anziché acquistarli.
L’indagine rimarca naturalmente il fatto che le attività illegali di scaricamento sono una seria minaccia per il mercato.
La ricerca evidenzia che le case discografiche hanno la possibilità di recuperare il terreno perduto fornendo ai più giovani contenuti musicali secondo le modalità da questi preferite.
Tale offerta deve essere sviluppata nel modo più ampio possibile in modo da impedire che i più giovani entrino in contatto con il ‘tutto gratis’ praticato nei circuiti P2P cosa che minerebbe in modo grave la loro capacità di divenire da adulti degli acquirenti abituali di musica.

La redazione (Raimondo Bellantoni)

Su Giovanni d'Ammassa

Avvocato con studio in Milano dal 1997, coltiva sin dall'Università lo studio e l’insegnamento del diritto d’autore. Fonda Diritttodautore.it nel 1999. Appassionato chitarrista e runner.