Nokia e Philips contro i compensi per copia privata: lettera aperta all’UE

Nokia e Philips scrivono alla Commissione europea chiedendo l’abolizione dell’equo compenso per la copia privata.
Secondo tali aziende il compenso rischia di soffocare lo sviluppo del mercato, che può invece essere sostenuto dalla diffusione dei sistemi di DRM (Digital Rights Management), in grado di gestire i diritti digitali e di controllare la diffusione illegale dei contenuti protetti.
In sostanza: no all’equo compenso, si al DRM.

Su Giovanni d'Ammassa

Avvocato con studio in Milano dal 1997, coltiva sin dall'Università lo studio e l’insegnamento del diritto d’autore. Fonda Diritttodautore.it nel 1999. Appassionato chitarrista e runner.