Negli Stati Uniti aumentano gli utenti che scaricano musica a pagamento

Una ricerca portata a termine dalla società TEMPO ha rilevato, negli Stati Uniti, un notevole incremento nel numero degli utenti della Rete che scaricano prodotti musicali a pagamento. Il rapporto indica che, nel giugno del 2003, il 16% degli utenti di età superiore ai 12 anni che accedono a contenuti musicali ha pagato un fee per operare un download dei brani preferiti.
Nel dicembre del 2002 la percentuale era pari all’8%, mentre nell’aprile 2003 si attestava attorno al 13%.
Inoltre la società Ipsos-Insight ha rilevato, nel medesimo periodo, un incremento anche nella diffusione di apparecchi lettori portatili di file digitali e in particolare di file MP3 (si è passati dal 12% al 19%). Questo sembra evidenziare una graduale tendenza a spostarsi verso una acquisizione dei contenuti musicali in Rete in forma digitale.

La redazione (Raimondo Bellantoni)

Su Giovanni d'Ammassa

Avvocato con studio in Milano dal 1997, coltiva sin dall'Università lo studio e l’insegnamento del diritto d’autore. Fonda Diritttodautore.it nel 1999. Appassionato chitarrista e runner.