Napster pubblica i risultati finanziari al 31 marzo 2006

“Napster è lieta di annunciare che le proprie vendite per l’anno fiscale 2006 sono aumentate del 100%”, ha affermato Chris Gorog, presidente e amministratore delegato della società .
“Napster si è ritagliata un’importante posizione nel mercato offrendo ai consumatori la più totale libertà di scegliere il modo in cui accedere alla musica – downloads, abbonamenti ai servizi per telefoni cellulari (Napster Mobile) e per PC. Abbiamo recentemente lanciato un’ulteriore nuova iniziativa, ossia il sito www.napster.com: il numero di clicks, in sole due settimane, è incrementato in maniera sostanziale, inducendo milioni di persone a sottoscrivere i servizi Napster.
La nuova iniziativa musicale gratuita “napster.com” sta suscitando fortissimi interessi nella comunità pubblicitaria, che ambisce a mettere i propri link sul sito Napster.
I profitti netti per il quarto quadrimestre dell’anno fiscale 2006 sono saliti a 26.8 milioni di dollari, il 54% in più dell’ultimo quadrimestre dell’anno precedente e il 14% in più dello scorso quadrimestre dell’anno fiscale 2006.
Le perdite, al netto delle imposte sul reddito, sono scese a 9.3. milioni di dollari per l’ultimo quadrimestre dell’anno fiscale 2006, rispetto ai 16.7 milioni di dollari del quadrimestre precedente e ai 24 del quarto quadrimestre dell’anno fiscale 2005.
Le perdite nette, dopo il beneficio fiscale per l’ultimo quadrimestre dell’anno fiscale 2006, ammontavano a 7.3. milioni di dollari.
Le perdite nette totali, comprendenti i 2.9 milioni di dollari di uscite dovuti alla discontinuità delle operazioni per via dell’aggiustamento dei prezzi di acquisto sulla vendita dei prodotti software, è stato di 4.4. milioni di dollari.
Il 31 marzo 2006 il numero totale di sottoscrittori Napster paganti è stato 606.000, di cui 59.000 università . Escluse queste, il numero degli aderenti ai servizi Napster è aumentato del 16% rispetto al terzo quadrimestre dell’anno fiscale 2006 e del 54% per ogni anno.
Le entrate per le sottoscrizioni ai servizi, che includono non solo la rata mensile per l’abbonamento ma anche il numero di downloads effettuati, è ammontato a circa l’87% degli introiti per l’area musicale, rispetto all’86% del quadrimestre precedente.
Le entrate nette per le operazioni per l’anno fiscale 2006 sono state di 94.7 milioni di dollari, rispetto ai 46.7 milioni per l’anno fiscale 2005.
Le uscite per le operazioni, al netto delle imposte sul reddito, per l’anno fiscale 2006 sono state di 59 milioni di dollari, contro i 67 milioni per l’anno fiscale 2005.
Le uscite nette per le operazioni per l’anno fiscale 2006, dopo il percepimento del beneficio fiscale, sono state di 57.9 milioni di dollari.
Le perdite totali per l’anno fiscale 2006 sono state di 54.9 milioni di dollari.
Napster ha chiuso l’anno fiscale 2006 con un totale di 104.2 milioni di dollari in cassa.
Sono previste entrate per il primo quadrimestre dell’anno fiscale 2007 per un ammontare di circa 25/28 milioni di dollari.
“Le spese operative dovrebbero scendere anno per anno ma aumentare nel primo quadrimestre, per il lancio di Napster.com. Crediamo che vedremo un significativo aumento nelle sottoscrizioni”, ha affermato Nand Gangwani, l’amministratore finanziario di Napster

Su Giovanni d'Ammassa

Avvocato con studio in Milano dal 1997, coltiva sin dall'Università lo studio e l’insegnamento del diritto d’autore. Fonda Diritttodautore.it nel 1999. Appassionato chitarrista e runner.